Il magazine per il mondo HR

di:  

lavoro

Quiet Quitting: qual è il suo significato?

Il Quiet Quitting o abbandono silenzioso, mette al centro della sua attenzione i lavoratori. Quest’ultimi  decidono di lavorare solo entro gli orari di lavoro definiti e si impegnano esclusivamente in attività entro tali orari.

Quiet Quitting: sempre più lavoratori scelgono l’abbandono silenzioso

Il fenomeno del Quiet Quitting consiste nel decidere di lavorare in base a quanto stabilito dal contratto di lavoro, senza optare per straordinari e senza concentrare la propria attività lavorativa in ore o comportamenti aggiunti rispetto a quelli già concordati.  Quindi, il lavoratore tende a rifiutare ore aggiuntive all’ordinario orario di lavoro senza partecipare a progetti o programmi supplementari.

Il lavoratore svolge il minimo indispensabile senza volere o addirittura rifiuta ulteriori responsabilità.

L’abbandono silenzioso non rappresenta una realtà nuova ma sempre esistita e precedentemente conosciuta con un nome diverso, ovverosia, coasting.

Dopo due anni di pandemia il Quiet Quitting ha iniziato ad espandersi in maniera sempre più concreta e palese. Gli esperti affermano che le cause sono da rinvenire non solo nell’attuale perido post-covid ma in un comportamento sempre più netto e distaccato tra dipendenti e datore di lavoro.

Quanto incide il comportamento dei manager?

Un’indagine condotta da Harvard Business Review ha rilevato che l’abbandono silenzioso non rappresenta una conseguenza determinata dalla sola volontà dei dipendenti. A ciò segue l’assenza di un intesa del lavoratore con i rispettivi manager.

E’ emerso, infatti, che l’interazione con un datore di lavoro aperto, flessibile e soprattutto teso ad ascoltare le diverse esigenze dei vari lavoratori porta ad un comportamento più comprensivo da parte di quest’ultimi.  Il lavoratore può, dunque, svolgere la sua attività lavorativa in un ambiente più coinvolgente e partecipativo.

Se il comportamento del datore di lavoro risulta fondamentale per creare il giusto ambiente di lavoro non bisogna altrettanto sottovalutare l’importanza di un equilibrato e sereno rapporto tra colleghi.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto