Il magazine per il mondo HR

di:  

Come diventare responsabile risorse umane: studi e requisiti

Cosa fa un responsabile risorse umane e cosa comprende il percorso formativo? Ecco gli studi da seguire e abilità da coltivare per diventare HR Manager

Responsabile risorse umane: che cosa fa?

Apriamo il nostro articolo cercando di capire chi sia un responsabile delle risorse umane e cosa fare per diventarlo. Il suo nome ci aiuta già tanto, in quanto, è colui che  effettivamente è responsabile delle risorse umane di un’azienda. Più nello specifico, scopriremo insieme i suoi compiti e quali sono gli studi e i requisiti da possedere per affermarsi in questo determinato settore lavorativo.

Possiamo, pertanto, definire il responsabile delle risorse umane come l’incaricato a scoprire e /o identificare le abilità e competenze necessarie all’azienda per favorire la sua crescita. Oltre ciò, ricade nei suoi confronti l’onere di individuare i talenti da mantenere in azienda o quelli eventualmente da inserire.

In molti casi, si pensa che un responsabile delle risorse umane si occupi solo di reclutamento del personale, curriculum vitae, colloqui conoscitivi,  ma ciò rappresenta solo una parte del suo lavoro.

Le sue principali attività, infatti,  sono organizzare piani formativi e corsi di aggiornamento per i dipendenti dell’azienda, definire un compenso adeguato alle competenze di ognuno, curare le relazioni sindacali, predisporre e controllare le possibili promozioni, azioni di licenziamento e dimissioni.

Un HR Manager avrà, quindi, l’onere di monitorare l’attività e il rendimento dei dipendenti, al fine di migliorare le prestazioni aziendali.

Responsabile risorse umane: quali abilità deve possedere?

Tale figura professionale diventa come uno strumento rivolto alle persone, in particolare ai dipendenti, assicurando uno sviluppo competitivo dell’azienda sul mercato.

Un HR Manager deve possedere anche determinate qualità personali. Si tratta di soft skill, quali, ottime capacità organizzative e doti interpersonali, capacità di ascolto e decisionali.

Responsabile risorse umane: quali gli studi da intraprendere?

Il responsabile delle risorse umane al pari di qualsiasi professionista porta con sé un preciso bagaglio culturale. La sua formazione parte da un percorso universitario, laurea in economia aziendale, sociologia, psicologia o giurisprudenza,  accompagnato da un master in risorse umane. Quest’ultimo requisito risulta particolarmente importante perché valutato positivamente da diverse aziende.

Per chi intende lavorare con aziende all’estero è fondamentale dimostrare e certificare  una buona conoscenza della lingua inglese. Non di minore importanza la partecipazione a corsi di specializzazione. Completa il profilo un tirocinio capace di mettere in pratica le competenze acquisite durante il periodo di formazione.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto