Il magazine per il mondo HR

di:  

hr manager

HR Manager, una figura essenziale per le aziende del futuro

Con i cambiamenti che hanno caratterizzato il mondo del lavoro, l’HR Manager è diventato una figura essenziale per lo sviluppo e la crescita in azienda

L’HR Manager si proietta verso il futuro come una delle figure chiave in azienda. Un ruolo sempre più ricercato dalle imprese, di piccole e grandi dimensioni. Negli ultimi anni infatti il mondo del lavoro è letteralmente cambiato, complici non da ultime la tecnologia e la crisi sanitaria. Le aziende hanno compreso l’importanza delle risorse umane, non solo per migliorare la produttività aziendale, ma anche per aumentare la partecipazione e l’engagement dei lavoratori. La pandemia ha messo a dura prova il mondo del lavoro e le imprese hanno dovuto rispondere tutelando i propri dipendenti e orientandosi verso soluzioni più flessibili. Gli HR Manager hanno assunto un ruolo fondamentale in questa fase. Non solo fungendo da tramite tra forza lavoro, associazioni sindacali e proprietà, ma anche trovando le soluzioni migliori per il benessere e la soddisfazione dei lavoratori.

L’HR Manager ha sicuramente molti compiti e mansioni in azienda. Uno di questi è l’attività di recruiting e selezione del personale. La scelta del candidato migliore è un compito piuttosto delicato e spinoso. Nella fattispecie non può essere svolto dal titolare, ottemperato da mille altri impegni, e richiede competenze e abilità specifiche. Tuttavia, il ruolo di un Responsabile delle Risorse Umane non si esaurisce qui. Egli innanzitutto ha il compito di sviluppare all’interno del luogo di lavoro un ambiente positivo e stimolante. Sviluppare il talento e le abilità dei dipendenti attraverso specifici percorsi di formazione. Favorire la crescita individuale e al tempo stesso trasmettere i valori aziendali. Coinvolgere i lavoratori e aumentare il loro senso di appartenenza verso l’azienda. Pensare alla loro salute e al loro benessere, grazie ad appositi piani welfare.

L’HR Manager è attualmente una delle figure professionali più richieste dal mercato. Tuttavia, per affrontare questo lavoro è necessario possedere competenze specifiche. I candidati che intendano diventare Responsabili delle Risorse Umane devono intraprendere un percorso di studi che prevede almeno una laurea triennale in psicologia, economia o comunque relativa al tema della gestione delle risorse umane. Molti datori di lavoro richiedono anche la laurea specialistica. Inoltre, è possibile effettuare master e corsi specifici per incrementare le proprie competenze. Tra le soft skills più importanti, vale la pena sottolineare una spiccata attitudine ai rapporti interpersonali, abilità in decision-making e problem solving, capacità organizzative, leadership e buone doti comunicative.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp