di:  

StopSecret si fa in quattro… magazine. Lo spettacolo della nuova informazione specializzata comincia

Nuova formula e nuovi attori, per StopSecret, che diventa editore. Nascono  CreditNews, ForensicNews e SecureNews, e HRNews, i magazine dedicati alle aree tematiche e professionali di cui ci siamo sempre occupati.

Squillo di trombe, rullo di tamburi, si schiude il sipario, le luci dei riflettori improvvisamente divampano a illuminare la scena. Ed ecco sul palcoscenico gli attori: CreditNews, ForensicNews e SecureNews, professionisti di ormai lunga carriera, insieme ad HRnews, un promettente attor giovane, cresciuto alla scuola di una compagnia affiatata, già pronto a recitare un ruolo di primo piano. Perché in questa nuova rappresentazione non esistono comprimari.

Si aprirà così, nei prossimi giorni, la nuova stagione del nostro magazine, che diventò portale, che si trasforma oggi in contenitore e catalizzatore per quattro nuovi magazine, dedicati ad aree tematiche e professioni specifiche. Quali? Naturalmente quelle emerse, per propria forza, nel corso degli ultimi anni dalla trattazione “generalista” della nostra piattaforma: il mondo del credito, le investigazioni insieme alle scienze e discipline forensi, il settore della sicurezza e della vigilanza privata. Con un nuovo focus su uno scenario trasversale agli ambiti elencati (pure a tutti gli altri, se per questo), le risorse umane. Una serie quindi di argomenti e “comparti” che si dispongono e crescono su un terreno comune, spesso intersecandosi e recando supporto l’un l’altro.

E StopSecret, in tutto ciò? Scompare? Assolutamente no. Volendo proseguire con la metafora teatrale, StopSecret diventa regista, sceneggiatore e produttore. Nei fatti, l’editore. La forza e l’esperienza che seleziona, valuta, approva, accoglie e trasmette ai quattro nuovi strumenti unità di visione e concretezza di obbiettivi. StopSecret si fa in quattro – per ora – ma conserva e custodisce la propria autorevolezza, lasciando ai neonati membri della famiglia libertà e personalità individuali.
Perché questa scelta? Intanto perché tutto ha un’evoluzione e noi crediamo con fermezza che ciò che non progredisce è destinato, prima o dopo, a ristagnare.

In questo senso poi, apprezziamo e adottiamo, anche nelle scelte operative, un approccio dinamico.

Vogliamo inoltre puntare sulle professionalità e sulle specializzazioni. E’ una tendenza ormai diffusa a tutti i livelli che pare assicurare frutti e risultati. Ma per noi non si tratta di un mero adeguamento a filosofie sulla carta vincenti: l’abbiamo constatato di persona, lungo tutta la nostra avventura editoriale e di organizzatori d’eventi. Lungi dall’essere scatole chiuse, le aree professionali degli operatori cui ci rivolgiamo hanno ciascuna molto da dire e, come per le manifestazioni dedicate, il confronto e la crescita risultano più efficaci quando stimolati da un corretto raggruppamento di problemi, dati e orizzonti specifici. E, parlando d’informazione, tutto appare più facile da consultare e fruire.
Quindi via alla seconda parte della nostra avventura: non uno ma quattro “StopSecret”, ancora più completi, ancora più attenti, ancora più focalizzati, ancora più semplici e improntati alla condivisione e al dialogo. Collegati tra loro dalle porte scorrevoli che assicura una complessiva e coerente visione editoriale.

La letteratura e il cinema, l’immaginario comune, tornando alle rappresentazioni della realtà, ci prestano già un motto che funzionò egregiamente per un’altra celebre combinazione 3 + 1: tutti per uno, uno per tutti! E… #followthechange.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp