Il magazine per il mondo HR

di:  

criptovalute lavoro

Criptovalute e blockchain: +118% delle richieste di lavoro

Uno studio di Indeed ha evidenziato che da settembre 2020 gli annunci di lavoro per esperti in criptovalute e blockchain sono aumentati del 118%

La diffusione delle criptovalute e della blockchain sta influenzando anche i trend di ricerca del lavoro nel settore tecnologico. Lo afferma Indeed, piattaforma online per la ricerca di lavoro, che ha evidenziato una crescita del 118% degli annunci relativi a professionisti in criptovalute e blockchain negli ultimi 10 mesi. Nello specifico, la ricerca di figure professionali specializzate nella gestione delle monete virtuali è in aumento del 29,87% su base annua. Viceversa, la richiesta di sviluppatori IT è calata del 29,7%, evidenziando un cambio di tendenza nella richiesta da parte delle aziende di figure professionali in ambito tecnologico.

I risultati emersi dallo studio di Indeed sono stati confermati anche dal Korea IT Times. Il magazine ha affermato che “i livelli più elevati di adozione istituzionale hanno stimolato una maggiore domanda di competenze nel settore”. I motivi alla base di questa crescita risiedono, in particolare, nella maggiore retribuzione dei professionisti in ambito criptovalute e bockchain rispetto agli altri lavori tecnologici. Infatti, questa professione richiede competenze trasversali e approfondite, che combinano l’utilizzo dei linguaggi crittografici a conoscenze specifiche in ambito economico e finanziario. Sicuramente, lo smartworking ha ulteriormente favorito lo sviluppo di questo nuovo mercato, oltre ad essere la condizione di lavoro ideale per questi professionisti. Basti pensare che molti sviluppatori del settore si sono formati da autodidatti.

Aziende e multinazionali stanno guardando con interesse allo sviluppo di questo settore e stanno cercando figure professionali da inserire nel proprio organico. Fidelity Investments ha fatto sapere di voler accrescere la forza lavoro in ambito criptovalute del 70%. JP Morgan ha iniziato ad accettare applicazioni per sviluppatori di software incentrati sulla blockchain. Infine, Amazon sta cercando figure specifiche per guidare la sua strategia di valuta digitale e blockchain entro il 2022, quando, si presume, l’e-commerce più importante al mondo accetterà anche i pagamenti in bit-coin.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp