Il magazine per il mondo HR

di:  

formazione

Tre dipendenti su quattro chiedono più formazione in azienda

Secondo uno studio di CoachHub, il 94% delle aziende italiane aumenterà il proprio budget dedicato alla formazione e alla crescita professionale dei propri dipendenti

Smart working, maggiore flessibilità, iniziative di wellbeing e welfare aziendali, percorsi di formazione e crescita professionale. Sono questi gli elementi che fanno da cornice alla nuova normalità in azienda. E, nello specifico, se prima i dipendenti erano attenti soprattutto allo stipendio, ora guardano alla formazione e alle prospettive di crescita come parametro per giudicare (e in alcuni casi scegliere) un’azienda. CoachHub ha condotto una ricerca su questa tematica, intitolata “Global HR”, che ha coinvolto aziende ed HR Manager di tutto il mondo.

Nello specifico, per quanto riguarda l’Italia, 3 aziende su 4 hanno dichiarato che propri dipendenti lamentano di non aver fatto abbastanza percorsi di formazione all’interno dell’azienda o di farne, ma sporadicamente. Solo il 24% dei responsabili HR dichiara che in azienda vengono sviluppati percorsi individuali di coaching. Tuttavia, le aspettative per il futuro, sono quelle di invertire il trend. Il 94% delle aziende italiane ha dichiarato che aumenterà l’investimento in formazione e crescita personalizzata per rispondere alla crescente domanda dei dipendenti. Una tendenza condivisa anche dagli altri Paesi. Il 92% degli intervistati a livello globale intende aumenterare il budget dedicato alla formazione e allo sviluppo del personale. Per l’88% degli intervistati, il 2022 sarà un anno volto alla crescita aziendale. La metà delle aziende coinvolte nel sondaggio ha dichiarato di aver intrapreso programmi di coaching individuale per lo sviluppo del proprio personale.

“Dalla ricerca emerge una forte attenzione a investire sulle risorse interne, attraverso programmi mirati all’acquisizione di nuovi approcci e competenze tecniche” ha commentato Alessandro Verrini, VP of Sales S. EMEA, LATAM, MEA di CoachHub. “La sfida per il 2022 per i responsabili delle Risorse Umane sarà quella di aiutare concretamente i team nell’aumentare la produttività aziendale. Ciò sarà possibile solo se si riuscirà fare emergere il pieno potenziale dei singoli talenti, in un quadro in cui competenze comportamentali e nuovi approcci al lavoro possono garantire un ritorno dell’investimento aziendale”.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da STOP SECRET SRL, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto