Il magazine per il mondo HR

di:  

Viva Microsoft

HR, arriva Viva la nuova piattaforma di employee experience

Viva è la nuova piattaforma di Microsoft, rivolta a dipendenti e manager d’azienda, che coniuga le funzionalità di Teams e Microsoft 365

Ad aprile debutta Viva, la nuova piattaforma di Microsoft, rivolta a manager e dipendenti, per migliorare l’esperienza di smart working. Viva coniuga le funzionalità di Teams e Microsoft 365 per offrire “coinvolgimento, benessere, approfondimento e know-how” in un’unica piattaforma unificata. “Da una recente indagine, condotta su un campione di oltre 600 manager e dipendenti di grandi imprese italiane, è emersa la sensazione d’isolamento sul lavoro ha spiegato Luba Manolova, Direttore della Divisione Microsoft 365 di Microsoft Italia. “I dipendenti hanno difficoltà nel delegare in modo efficace e supportare i team virtuali e le complessità affrontate nel tentativo di promuovere una forte cultura di squadra in questo scenario di remote working. Con Viva intendiamo aiutare le persone a sentirsi più connesse e supportate, ma anche a gestire al meglio il proprio tempo”.

Viva è strutturata su quattro moduli: connections, insights, learning e topics. Connections offre strumenti mirati per le comunicazioni aziendali e le relazioni tra i dipendenti. Insights mette a disposizione ai dipendenti e manager approfondimenti personalizzati e trend a livello di squadra e organizzazione, generati a partire da dati aggregati; oltre a suggerimenti per bilanciare produttività e benessere. Learning dispone di strumenti di formazione e sviluppo professionale. Infine, Topics è una sorta di wiki aziendale e mostra schede di argomenti, sfruttando l’intelligenza artificiale.

Il settore delle piattaforme per la employee experience è appena nato, tuttavia sta crescendo notevolmente. Nel mondo, la spesa annuale delle aziende per il nuovo business delle employee experience platforms è pari a 300 miliardi di dollari. “Se c’è una cosa che abbiamo imparato dall’ultimo anno” ha dichiarato Satya Nadella, Ceo di Microsoft “è la necessità di coniugare tecnologia e dati per creare luoghi di lavoro sostenibili e innovativi, capaci di ripristinare il capitale sociale perso con il passaggio ad ambienti di lavoro ibridi”.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp