Il magazine per il mondo HR

di:  

great work to place

Great place to work Italia: aziende Ict ai primi posti

Le aziende informatiche risultano tra i migliori luoghi di lavoro del 2022 secondo la speciale classifica di Great place to work Italia

Le aziende Ict occupano le prime posizioni nella speciale classifica stilata da Great place to work Italia, azienda leader nel settore dell’analisi del clima aziendale, della trasformazione organizzativa e dell’employer branding. Sono 60 i “Best workplaces”, suddivisi rispettivamente in quattro categorie in base al numero di dipendenti: oltre 500; tra 499 e 150; tra 149 e 50; tra 49 e 10. La ricerca è il frutto del lavoro di un anno e ha coinvolto 210 aziende italiane e raccolto oltre 94 mila pareri. Il comparto Ict si è dimostrato tra i migliori in tema di iniziative volte a rendere l’ambiente di lavoro confortevole, stimolante ed inclusivo. In particolare, le aziende informatiche con un numero di dipendenti compreso tra 499 e 150 hanno occupato le prime tre posizioni di quella categoria.

Tra le note positive, si registra un aumento dell’1% del Trust Index, l’indice che misura la fiducia dei dipendenti nei confronti dell’azienda e del mercato. In questo senso, l’Italia supera la media europea dell’85%, rimanendo alle spalle solo di Germania, Olanda, Finlandia e Danimarca. Le aziende, comprese anche quelle non entrate in classifica, hanno registrato una media di Trust Index intorno al 70%, con un aumento del 2,5% rispetto al 2021. Cresce anche il fatturato. Negli ultimi 10 anni, le aziende entrate nella classifica di Great place to work Italia hanno registrato un incremento annuo pari al 13% circa.

Tra le aziende che nel corso degli anni si sono distinte come “Best workplace” c’è Cisco System Italia. L’azienda leader nel settore networking e IT per la settima volta consecutiva si è aggiudicata il primo posto nella sua categoria. “Questo riconoscimento conferma la validità delle linee guida adottate finora, fra le quali rientrano l’adozione di nuovi modelli di lavoro e la diffusione di un cultura inclusiva” ha dichiarato l’Ad di Cisco, Gianmatteo Manghi. “Negli ultimi anni, accanto al raggiungimento dei nostri obiettivi di business, abbiamo sempre cercato di realizzare un ambiente di lavoro positivo e inclusivo, in grado di attrarre nuovi talenti e di motivare le persone che lavorano per noi”.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto