Il magazine per il mondo HR

di:  

risorse umane

Gestione delle risorse umane: le 10 tendenze per il 2022

Nel suo nuovo report, Randstad ha individuato le 10 principali tendenze per il settore HR nel 2022. Riassumendo: tecnologia, flessibilità, empatia e inclusione

Quali sono i principali trend per il settore delle risorse umane nel 2022? Ad individuarli ci ha pensato Randstad, nel suo Talent Trends Report, studio che ha coinvolto circa 900 top manager e human capital leader di aziende di diverse dimensioni e settori, che operano in 18 Paesi del mondo. Dal sondaggio sono emersi alcuni fattori chiave che saranno fondamentali nella gestione del personale in azienda e per attrarre nuovi talenti. Una corretta strategia aziendale lato HR comprenderà una crescente digitalizzazione del settore e la realizzazione di un ambiente di lavoro costruito attorno alle esigenze dei lavoratori e orientato a valorizzarne le competenze.

Nello specifico, la parola d’ordine per gli addetti alle risorse umane sarà empatia. I responsabili HR dovranno essere bravi a mettere le esigenze del dipendente al centro della loro strategia aziendale. Queste esigenze si traducono sinteticamente in modalità di lavoro flessibile, opportunità di bonus aggiuntivi, aumento retributivo e coinvolgimento del personale temporaneo. Un altro aspetto da tenere in grande considerazione è l’inclusione. L’86% degli intervistati afferma che diversità, equità e inclusione sono parte integrante della propria strategia HR. Per trattenere le risorse in azienda, inoltre, si dovrà favorire la mobilità interna e valorizzare le competenze induividuali. Questo processo, oltre ad arginare il fenomeno della Great Resignation, comporterebbe una sostanziale riduzione dei costi di recruiting e inserimento in azienda.

Com’era prevedibile, anche lo smart working fa parte dei principali trend del 2022. Dallo studio è emerso che il 53% degli intervistati afferma che i propri dipendenti sono stati più produttivi lavorando da casa. Lo smart working è una leva importante anche per attrarre nuovi talenti, che sempre più spesso tendono a mettere flessibilità e benessere al di sopra dello stesso stipendio. Infine, un altro fattore decisivo per migliorare le prestazioni in azienda riguarda la transizione digitale. Gli HR Manager del 2022 sono chiamati a promuovere l’innovazione tecnologica delle risorse umane, in tutte le varie tappe e fasi della gestione del personale.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto