Il magazine per il mondo HR

di:  

vaccinazioni in azienda

Vaccinazioni in azienda, il 55% delle imprese ha detto sì

Sono 7.500 le aziende che hanno aderito alle vaccinazioni in azienda: Aidp ha intervistato 323 HR Manager su disponibilità e gestione dei processi

Sono 7.500 le imprese che hanno già aderito alle vaccinazioni in azienda promosse da Confindustria. Aidp (Associazione Italiana Direzione Personale) ha intervistato 323 HR Manager per capire come si comporterà la loro azienda in merito a questa iniziativa. Il risultato è stato piuttosto positivo, considerato che il 55% dei direttori del personale hanno confermato la disponibilità dell’azienda ad attivare un centro vaccinale all’interno della propria struttura. Il 17% è ancora in fase di valutazione, mentre il 28% ha rifiutato l’iniziativa.

Le vaccinazioni in azienda non coinvolgeranno soltanto i dipendenti, ma sono estese anche ad altri soggetti, come ad esempio i famigliari. Il 48% delle aziende ha dichiarato infatti la disponibilità a vaccinare dipendenti e rispettivi familiari. Il 5% ha aperto le vaccinazioni anche i dipendenti di altre imprese, mentre il 9,3% è disponibile a vaccinare tutti i residenti del territorio. Infine, il 38% degli HR Manager ha dichiarato che l’azienda vaccinerà solo i propri dipendenti.

Il piano di Confindustria prevede anche l’individuazione e la creazione di siti ad hoc dove effettuare le vaccinazioni. Sotto quest’aspetto, il sondaggio di Aidp ha rivelato che il 38% delle aziende dispone al suo interno dello spazio adeguato per gestire l’intero processo. Il 42% sta valutando il da farsi, mentre il 18% ha dichiarato di non essere attrezzato. Il 38% delle aziende invece sta valutando l’ipotesi di appoggiarsi a strutture esterne. Infine, passando ai costi (intorno ai 10-15 euro per lavoratore), il 48% degli HR Manager ha dichiarato la disponibilità della propria azienda di farsene carico; il 38% sta valutando come fare; il 13% non è disposto a sostenerli.

“I dati raccontano la grande convinzione delle nostre aziende ad adoperarsi per questo obiettivo e di farlo bene” ha sottolineato a margine Isabella Covili Faggioli, presidente Aidp. “Alle disponibilità già date se ne aggiungeranno altre, facendosi carico anche dei costi connessi. In tante sono disponibili a vaccinare non solo le famiglie dei dipendenti, ma anche i dipendenti di altre aziende e tutte le persone del territorio di appartenenza. Ad esempio, l’aeroporto di Bologna che si è detto pronto a vaccinare anche i dipendenti dei fornitori”.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp