Il magazine per il mondo HR

di:  

eurostat

Eurostat: gli italiani lavorano 38,8 ore a settimana

Secondo l’indagine di Eurostat, gli italiani sono penultimi in Europa per ore lavorate: sulla media incidono le poche ore settimanali dei dipendenti pubblici

In Italia si lavora poco, soltanto 38,8 ore a settimana. Tuttavia, il quadro emerso dall’ultima indagine di Eurostat, se analizzato attentamente, risulta molto più ampio e complesso. Osservando la media di ore lavorate dai dipendenti con contratto full time, l’Italia si trova al penultimo posto in Europa. Davanti, soltanto la Danimarca con un numero ore lavorate a settimana pari a 37,6. In questa classifica primeggia invece l’Austria con una media di 40,8 ore lavorate, mentre la media europea è di 39,7 ore settimanali. Differente invece la situazione per i dipendenti con contratto part-time dove l’Italia figura al quarto posto con 22,4 ore settimanali.

Analizzando in profondità i dati, emerge però un quadro molto più complesso di quello che si possa pensare e che varia da settore a settore. Se per media di ore lavorate, il nostro Paese si colloca allo stesso livello dei Paesi più avanzati d’Europa, come Belgio, Olanda, Germania, Francia e i Paesi scandinavi, in alcuni comparti ha un monte di ore di lavoro più elevate degli altri. In settori come il commercio, l’industria e la ristorazione, i lavoratori italiani lavorano maggiormente rispetto ai colleghi europei. Ad abbassare la media lavorativa sono di fatto i dipendenti pubblici, che tra i Paesi più avanzati sono quelli che lavorano meno.

Rispetto ai dipendenti pubblici tedeschi quelli italiani lavorano una media di 3,2 ore in meno a settimana, per arrivare addirittura a quasi 10 ore in meno nel settore dell’educazione. In Italia, il divario di ore settimanali tra i settori statali e i meno produttivi del privato è tra i più alti d’Europa, simile a quello di Spagna e Portogallo. Ampio anche il gap tra ore lavorate da uomini e donne rispetto agli altri Paesi europei. Mediamente in Italia, le donne lavorano 2,7 ore in meno rispetto agli uomini, mentre la media europea è di 1,2 ore in meno. Anche in questo caso, incidono notevolmente nel risultato le tante donne impiegate nel comparto pubblico.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da STOP SECRET SRL, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto