Il magazine per il mondo HR

di:  

Clubhouse

Clubhouse, il social della voce che piace alle aziende

Clubhouse è il social network del momento e si basa solo su messaggi vocali, premiando il confronto, l’approfondimento e la spontaneità

Fondato ad aprile dello scorso anno, da Paul Davison e Rohan Seth, Clubhouse è il social del momento. Si basa esclusivamente sui messaggi vocali, attirando l’attenzione di un pubblico che vuole comunicare in modo nuovo, più intimo e spontaneo. Niente post con foto, video e messaggi scritti, soltanto la propria voce. Diversamente da un podcast, nulla può essere salvato, né riascoltato. Tutto si svolge in diretta con un tema pianificato e i partecipanti devono alzare la mano per prendere la parola. Clubhouse si sta imponendo per il modo nuovo di coinvolgere l’utente e creare relazioni, lontano dai post patinati di Facebook ed Instagram.

“Crediamo che la voce sia un mezzo potente per consentire alle persone di connettersi, condividere, apprendere e crescere attraverso una conversazione autentica” ha affermato recentemente un portavoce dell’azienda. “Su Clubhouse chiunque può creare contenuti avviando una stanza e ospitando conversazioni”. Il social funziona in modo simile ad una grande chat room, dove si accede a varie stanze in cui si discute dei temi più disparati: musica, cinema, tecnologia, politica, etc. Ovviamente, nella lista degli argomenti di cui parlare ci sono anche temi legati al mondo del lavoro. E non a caso Clubhouse è già sta preso di mira da aziende ed esperti di marketing che vogliono iniziare a comunicare in modo nuovo.

Infatti, Clubhouse rappresenta un’opportunità per imprese e professionisti per relazionarsi con i propri clienti, con altre organizzazioni, ma anche con i dipendenti e i collaboratori. Le aziende che scelgono Clubhouse trovano in questo social uno strumento per comunicare in modo coinvolgente ed autentico. D’altronde, cosa c’è di più sincero della propria voce. In questo spazio possono accogliere i consumatori per ricevere suggerimenti su prodotti e servizi, discutere con altri professionisti sugli ultimi trend del mercato, creare gruppi di lavoro per raccogliere nuovi stimoli ed idee, approfondire temi di attualità e quant’altro. Oggi più che mai, Clubhouse può diventare per le aziende il social network dove costruire relazioni sane, durature e profittevoli.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp